La carabina ad aria compressa sequestrata dai carabinieri ad Atripalda.
in foto: La carabina ad aria compressa sequestrata dai carabinieri ad Atripalda.

Litiga con un vicino di casa, e non esita a sparargli con una carabina ad aria compressa. E' accaduto ad Atripalda, nell'Avellinese: alle prime luci dell'alba passata. Il giovane, ventotto anni ed originario del posto, avrebbe avuto secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione un diverbio per questioni di vicinato con l'altro uomo, un cinquantenne anch'esso di Atripalda. Diverbio e dissidi che avrebbero provocato dunque la reazione del giovane, che ha preso quindi una carabina ad aria compressa, di quelle che sono liberamente in vendita, ed ha aperto il fuoco contro il cinquantenne.

Fortunatamente, l'uomo è stato ferito in maniera lieve al polpaccio, e non ha riportato altri danni a parte l'ovvio spavento per l'episodio. I carabinieri della stazione di Atripalda sono quindi intervenuti per ricostruire cosa fosse successo, ed in poco tempo hanno stretto il cerchio attorno al ventottenne, che ora deve rispondere del reato di lesioni personali. Il giovane è stato quindi denunciato dai militari dell'arma e per lui è scattato il deferimento, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Avellino. Contestualmente, i carabinieri di Atripalda hanno anche messo sotto sequestro la carabina ad aria compressa utilizzata dal ventottenne nella vicenda, che la legge italiana prevede possa essere venduta liberamente e senza autorizzazioni. Il cinquantenne colpito, invece, ha riportato solo una lieve ferita al polpaccio dovuta al colpo sparato e che gli è stata subito medicata.