Il feretro di Luciano De Crescenzo all’interno della Basilica di Santa Chiara a Napoli
in foto: Il feretro di Luciano De Crescenzo all’interno della Basilica di Santa Chiara a Napoli

Sarà sepolto nel cimitero di Furore, perla della Costiera Amalfitana, nella provincia di Salerno, Luciano De Crescenzo, il grande scrittore e filosofo napoletano morto a Roma, all'età di 90 anni, lo scorso 18 luglio. I funerali si sono svolti questa mattina nella basilica di Santa Chiara, nel cuore di Napoli, in una chiesa gremita di persone, che hanno voluto tributare un ultimo saluto a uno dei figli più illustri della città. Al termine del rito funebre, il feretro ha percorso la navata e, sia all'interno della chiesa che sul sagrato, è stato accolto da un lungo applauso, prima di partire alla volta della Costiera Amalfitana e di Furore, dove sarà tumulato.

A Napoli una strada dedicata a Luciano De Crescenzo

Nel corso dell'omelia è arrivata anche una notizia molto importante. L'assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, intervenuto in rappresentanza della città e del sindaco Luigi de Magistris, ha annunciato che a Luciano De Crescenzo l'amministrazione comunale intitolerà una strada. Si tratterà, con ogni probabilità, di vico Belledonne, nel cuore del quartiere Chiaia, nella zona dei cosiddetti "baretti", centro della movida partenopea. Oltre all'assessore Daniele, ai funerali erano presenti anche il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e l'ex sindaco di Napoli Antonio Bassolino, oltre agli amici di sempre di De Crescenzo, Renzo Arbore e Marisa Laurito, visibilmente commossi, che sono stati anche al capezzale dello scrittore in ospedale a Roma.