Vittorio Salvati assieme ad alcuni amici allo Juventus Stadium di Torino. [Foto / Juventus Club Alife]
in foto: Vittorio Salvati assieme ad alcuni amici allo Juventus Stadium di Torino. [Foto / Juventus Club Alife]

Dolore e rabbia nell'Avellinese per la morte di Vittorio Salvati, il quarantaduenne tifoso della Juventus ed originario di Atripalda morto a seguito di un malore dopo il match tra i bianconeri e l'Atlético Madrid. Come da prassi in questi casi, è stato disposto un esame autoptico, che è stato eseguito nell'obitorio del Cimitero Parco Sud di Torino: la salma è stata già liberata, e tornerà così sabato in Campania. Toccherà alla ditta Giordano Benevento di Mercogliano riportarla in Irpinia, e sarà proprio la medesima ditta ad allestire la camera mortuaria dove sarà possibile dare l'ultimo saluto all'uomo.

I funerali, invece, si terranno domenica alla 16, nella chiesa di San Ciro. In tanti, sui social network, hanno dato l'addio a Vittorio Salvati, molto conosciuto in città e tra il popolo bianconero. Tra questi, a ricordarlo c'è stato anche lo Juventus Club di Alife, che su Facebook ha scritto: "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie. Non troviamo parole più significative di queste scritte da Ungaretti per descrivere il dolore che proviamo in questo momento per l'improvvisa morte dell'amico Vittorio Salvati, che era andato a Torino per sostenere la Juventus nella partita contro l'Atlético. Ai familiari e agli amici di Vittorio vanno le più sentite condoglianze di tutti noi dello Juventus Club Alife – Gruppo Storico Gigi Buffon".