É improvvisamente scomparso Pietro Pastore, presidente della Polisportiva Pro Cangiani, punto di riferimento per il basket in Campania. Presidente della Polisportiva Pro Cangiani, una delle prime società sportive parrocchiali ad affacciarsi, negli anni '70, al Centro Sportivo Italiano (CSI) Napoli, era il padre di Chiara, cestista professionista che ha indossato anche la maglia della Nazionale di basket. I funerali si terranno oggi pomeriggio, 18 ottobre, alle 17, a Cappella Cangiani, nella parrocchia Santa Maria di Costantinopoli.

Pietro Pastore, "Pierino", 63 anni, aveva dedicato la vita alla famiglia, alla moglie Imma, ai figli, all'attività sportiva promozionale e alla parrocchia Santa Maria di Costantinopoli. Sul campo di basket del Rione Alto, nella zona collinare di Napoli, aveva mosso i primi passi la figlia Chiara Pastore, che nella sua carriera è diventata una star del basket italiano e, nel 2009, ha vinto la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Pescara con la Nazionale italiana. A quanto si apprende, Pietro Pastore si è sentito male mentre era con amici, probabilmente a causa di un infarto, e i soccorsi si sono rivelati inutili.

All'indomani della sua morte sono in tanti quelli che ricordano la persona e il ruolo che ha avuto per il basket campano. Tra i messaggi di cordoglio, il post del CSI Napoli, che pubblica una foto di Pastore sul campo di basket dove aveva praticamente trascorso la vita.

"Ci piace ricordarlo come in questa foto, sul campo di basket a lui tanto a cuore – si legge nel post sulla pagina Facebook – Pietro Pastore è stato la storia del CSI a Napoli. Pietro mancherà alla nostra Associazione, agli amici, agli sportivi, ai tanti atleti che da lui hanno ricevuto nei lunghi anni di attività consigli tecnici e di vita, ai parrocchiani, ai dirigenti sportivi di società e federazione". "Ci ha lasciati Pierino Pastore, storico presidente ed anima della società Pro Cangiani di Napoli – scrive sul proprio sito Internet la FIP, Federazione Italiana Pallacanestro –  la società domenica scorsa aveva festeggiato i 48 anni di vita. Alla figlia Chiara, ex azzurra e giocatrice dell'Umana Reyer Venezia, alla famiglia Pastore e alla Pro Cangiani vanno l'abbraccio e il sentito cordoglio del presidente FIP Giovanni Petrucci, a titolo personale e a nome di tutta la FIP".