È sparita da Avellino cinque giorni fa, portando con sè il figlioletto di appena 8 mesi. Telefoni spenti, nessuna comunicazione ai familiari: è scomparsa nel nulla e dal 4 luglio non si hanno più notizie. A diffondere l'allarme sui social network, dopo essersi rivolti alle forze dell'ordine, i familiari del piccolo Alessandro Jad Schiavone, che è stato portato via dalla madre, Safia Metah, di nazionalità marocchina, di circa 34 anni. Si sarebbe allontanata da casa senza lasciare riferimenti intorno alle 17.30, a piedi.

"Questa donna – scrive Annarita Saviello, la cognata, su Facebook il 7 luglio, pubblicando la fotografia della ragazza e del bambino – di nome Safia di nazionalità marocchina giovedi 04/LUG alle 17:30 circa ad Avellino ha fatto perdere le proprie tracce portandosi via con se mio nipote Alessandro Schiavone di 8 mesi , dalla suddetta data ha spento i telefonini e noi familiari non abbiamo notizie di dove abbia portato il bambino. Ci preoccupa sapere come sta e con chi sta il bambino, pertanto chiunque può darci notizie del piccolo per cortesia mi contatti immediatamente oppure se l'ha avvistate avvertitele forze dell'ordine".

Nei giorni successivi, altri post. L'ultimo è stato pubblicato ieri pomeriggio, 8 luglio: non ci sono stati contatti con la donna e col bambino. Sulla scomparsa, si tratterebbe di un allontanamento volontario, sono in corso indagini dei carabinieri di Avellino coordinati dalla Procura della Repubblica.

In queste ore vengono monitorati i mezzi pubblici e le stazioni ferroviarie, dove la donna potrebbe andare per spostarsi dalla cittadina. Safia Metah, di religione islamica, probabilmente indossa il tradizionale velo.