Il violento temporale che si è abbattuto, nella notte, sulla Campania, ha provocato ingenti danni: alberi abbattuti e strade allagate in Irpinia, black-out e allagamenti a Napoli. I danni si contano anche nel Salernitano, dove una colata di fango ha invaso le strade di Angri e Nocera. Il fiume di detriti è sceso dai Monti Lattari: la colpa e degli incendi che, in estate, hanno devastato le montagne e i boschi, abbattendo qualsiasi freno ai possibili smottamenti e rendendo il terreno molto più friabile.

Sono drammatiche, infatti, le immagini postate dai cittadini sui social network, nelle quali si vedono automobili completamente impantanate e case raggiunte dalla colata di fango. "Stanotte la montagna si è ribellata all’attacco subìto questa estate dalla mano di piromani senza scrupoli che hanno distrutto ettari di bosco dei nostri monti Lattari, togliendo ogni sostegno al terreno che è franato con le prime piogge. Il sindaco e l’amministrazione comunale non hanno nessuna responsabilità perché questa estate è stato fatto un sopralluogo con la protezione civile locale ed è stata inviata una relazione dettagliata alla protezione civile regionale, alla regione stessa ed all’ente parco che sono gli enti che avrebbero dovuto intervenire in tempo per evitare questo disastro" scrive un cittadino su Facebook.