Una lunga e minacciosa crepa che corre lungo la direttrice di Vialle Colli Aminei dal civico 30 fino al civico 50 per diversi metri è il risultato del violento temporale che stanotte ha devastato il territorio cittadino di Napoli. Come segnalato dalla Protezione civile regionale, che ieri aveva avvertito la popolazione di un significativo rischio di dissesto, molte strade del capoluogo hanno subito cedimenti, ma il danno più grave sembra essere proprio quello prodotto dal temporale nella arteria della zona ospedaliera.

Il rischio più probabile, a detta delle squadre di soccorso, sembra essere l'ulteriore aggravarsi della frattura nelle prossime ore. anche se non è ancora "possibile dirlo – spiega a Il Mattino Massimo Giobbe, il comandante dell'unità operativa della polizia municipale che coordina gli interventi – attendiamo l'arrivo dei tecnici della protezione civile. I colleghi dell'unità sicurezza abitativa, nel frattempo, stanno valutando l'evacuazione del civico 40».
La strada appare deserta. i negozi sono chiusi e la circolazione veicolare è stata deviata in zona Pineta, compresa quella degli autobus di linea. La società Acqua Bene Comune (ex Arin) ha sospeso l'erogazione idrica nella strada. Decine di famiglie sono ora senza acqua, barricate in casa e in attesa di disposizioni su una paventata evacuazione dell'isolato. Un'altra grossa crepa è stata segnalata da Giuliana di Sarno, presidente della municipalità, a via Bonomo, civico 24.

Voragine ai Colli Aminei, chiuso il Tribunale dei minori

La voragine che si è aperta in viale Colli Aminei, a Napoli, a causa del temporale che si è abbattuto sulla città ieri sera, ha avuto ripercussioni anche sulle udienze previste oggi al tribunale dei minorenni. La voragine, che ha provocato problemi alle tubature dell'acqua, ha infatti reso necessaria la chiusura degli uffici, provocando di conseguenza lo slittamento delle udienze previste in giornata.