Smaltiva illegalmente rifiuti scaricandoli nel pozzo del suo terreno. Un 42enne di Marigliano è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della Stazione Forestale. L'uomo è ritenuto responsabile di smaltimento illecito di rifiuti e di inquinamento ambientale in concorso. Secondo quanto appreso dalle forze dell'ordine, il 42enne insieme ad altre persone sulle quali i carabinieri stanno indagando, si sarebbe servito di un autocarro con cassone a ribaltamento per scaricare il materiale. Oltre al pozzo e al contenuto in esso presente, sono stati sequestrati anche i rifiuti edili abbandonati nei pressi del muro che lo delimita.

Sversava rifiuti nel pozzo di casa

L'uomo sversava rifiuti proprio dentro casa sua, in un pozzo presente che si trova all'interno di un suo terreno alla masseria Quadretta. I materiali ritrovati sono di natura edile ed è stato ritrovato anche un materasso. Il pozzo, di natura artesiana, ossia naturalmente effluente in cui le acque sotterranee arrivano in superficie senza pompe, risulta regolarmente denunciato all’ufficio competente della città metropolitana di Napoli. E' stato subito dopo oggetto di sopralluogo eseguito anche insieme a personale Arpac, agenzia regionale per la protezione ambientale in Campania, che è riuscito a effettuare solo una ispezione superficiale. Infatti, a seguito di ulteriori accertamenti i militari hanno scoperto che l’accatastamento di rifiuti si estende in profondità.