Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Migliorano le condizioni di salute della uTTRU all'ospedale Cotugno di Napoli. Lo ha fatto sapere la stessa azienda ospedaliera in una nota ufficiale, in cui ha spiegato anche che tutti i familiari della piccola sono stati sottoposti a profilassi e che non ci sono pericoli di trasmissione della patologia verso altre persone. La prognosi, tuttavia, resta ancora riservata, come fatto sapere dall'azienda ospedaliera stessa. Appena pochi giorni prima, sempre nella provincia di Salerno, uno studente di un istituto superiore di Agropoli era stato visitato all'ospedale di Vallo della Lucania, dove gli era stata diagnosticata una meningite batterica, ed era stato trasferito al Cotugno. Anche in quel caso era stata disposta la profilassi obbligatoria per tutte le persone che avevano frequentato il ragazzo, dai familiari ai compagni di scuola, e lo stesso istituto era stato immediatamente sanificato.

"L’Azienda Ospedaliera dei Colli, in merito al caso di una bambina di quattro anni proveniente dalla provincia di Salerno e ricoverata presso la rianimazione dell’Ospedale Cotugno per sepsi meningococcica e meningite", si legge nella nota diffusa nella mattinata di oggi, "comunica che le condizioni della piccola paziente sono in miglioramento, pur rimanendo la prognosi riservata. Così come previsto dai protocolli di cura, inoltre, si precisa che tutti i familiari sono stati sottoposti a profilassi e non sussiste alcun pericolo di trasmissione della patologia", conclude quindi la nota.