Il mercato ortrofrutticolo di Aversa è stato chiuso dai carabinieri del Nas di Caserta: ed è subito caos. I lavoratori hanno chiesto a gran voce l'apertura dell'area mercatale, senza il quale non possono esercitare la propria professione, ma l'amministrazione comunale ha trovato il giusto compromesso: riapertura sì, ma non immediata. Prima, i necessari lavori di adeguamento, visto che la situazione emersa dai controlli dei Nas non hanno lasciato altra possibilità che chiudere l'intera area mercatale. Tempi di riapertura mediamente brevi: circa venti giorni. Dai controlli, infatti, è emerso che non solo vi si trovassero quattro strutture fisse, costituite da lamiere metalliche non coibentate, e dunque non idonee, ognuna delle quali suddivisa in box nei quali erano state installate le celle frigorifero per la conservazione di frutta e ortaggi.

Ma anche che l'intero complesso, che si estende su un'area di circa 16.600 metri quadrati, era in gravi condizioni igienico-sanitarie, privo di requisiti per la gestione in sicurezza, la manipolazione e vendita delle derrate alimentari. Il personale medico dell'Asl casertana, a quel punto, ha dovuto procedere alla chiusura immediata dell'intero complesso mercatale, il cui valore stimato è di circa due milioni di euro. Ai controlli, oltre ai Nas di Caserta, hanno preso parte anche i colleghi della stazione di Aversa, il Nucleo Operativo Ecologico di Caserta, quello Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale casertano, ed il già citato personale dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale e dell’Azienda Sanitaria Locale.

Riapertura entro 20 giorni

La soluzione è stata trovata dopo qualche giorno di polemica: si riaprirà entro venti giorni, a condizione che i lavori per l'adeguamento dell'area mercatale siano ovviamente conclusi. Lo ha comunicato lo stesso sindaco di Aversa, Alfonso Golia, nella giornata del 14 ottobre, tre giorni dopo la chiusura del mercato. Il sindaco aveva già spiegato nei giorni precedenti i motivi che avevano portato i carabinieri del Nas a chiudere il mercato: una decisione clamorosa e che aveva portato a manifestare i lavoratori che quotidianamente si trovano nell'area mercatale di viale Europa, chiedendone la riapertura e quindi di poter tornare a lavorare.

Il sindaco: "Paghiamo anni di inerzia"

Questo il commento del sindaco di Aversa Alfonso Golia dopo la riunione nella quale è stata presa la decisione della riapertura del mercato ortofrutticolo di Aversa entro venti giorni:

È stata una mattinata molto intensa e impegnativa per affrontare e risolvere la chiusura del mercato ortofrutticolo. Sono con gli operatori, il lavoro prima di tutto. Paghiamo anni e anni di inerzia. Qualcuno prova ad addebitarci colpe facendo sciacallaggio, ma chissà perché quando poteva non ha mai mosso un dito. Sono stato all'Asl per le prescrizioni e poi ho incontrato una delegazione di operatori. Faremo gli interventi che ci sono stati chiesti e gli operatori ne faranno altri negli spazi di loro competenza. Allo stesso tempo accelereremo anche la delocalizzazione, perché una struttura del genere non può insistere in un'area residenziale come è oggi quella di viale Europa.