I fatti risalgono a un periodo compreso tra aprile e maggio dello scorso anno quando i genitori dei piccoli alunni dell'istituto scolastico "San Tommaso D'Aquino" di Mercato San Severino, comune in provincia di Salerno, hanno denunciato diversi episodi nei quali un uomo si era avvicinato ai minori all'orario d'uscita, cominciando a masturbarsi di fronte a loro.

Ora un 33enne napoletano residente a Castel San Giorgio, dovrà rispondere dell'accusa di atti osceni in luogo pubblico. Sarebbe stato lui secondo l'inchiesta portata avanti dai carabinieri, a importunare i minori (tutti sotto i 14 anni), all'uscita dell'istituto comprensivo. Dopo essere stato identificato e denunciato a piede libero all'epoca dei fatti, sarà ora giudicato di fronte al tribunale monocratico di Nocera Inferiore.