Napoli avvolta nella nebbia: l'insolita cartolina all'alba ha determinato problemi anche nei trasporti aerei. Ne sanno qualcosa giocatori e dirigenti della Juventus, sconfitta ieri sera a Napoli. Il team è stato costretto a tornare da Capodichino all'albergo per poi ripartire oggi. Dunque quest'anno i cosiddetti "tre giorni della merla', ovvero i giorni più freddi dell’inverno, non sono mai arrivati. Nei prossimi giorni la presenza dell’alta pressione e di venti più miti dai quadranti meridionali (Libeccio) faranno aumentare le temperature fino a valori quasi primaverili. IlMeteo.it comunica che nel corso della settimana l’anticiclone tornerà sulla scena italiana, ma non così forte come lo è stato nei giorni precedenti.

Da martedì a sabato infatti l’alta pressione lascerà passare tre fronti instabili, alimentati da correnti di Libeccio e di Ponente. Il primo fronte raggiungerà l’Italia martedì con nevicate diffuse sui confini alpini e zone limitrofe fino in valle e qualche precipitazione sugli Appennini. Le temperature sono previste in aumento su tutte le regioni con il picco di caldo proprio nei tre giorni della merla quando i valori massimi toccheranno punte di 17-20°C al Sud.