"Dio esiste ed io ne sono la prova". Con queste parole, su Facebook, Michele Savastano ci ha tenuto a comunicare il lieto fine, il più bello, alla sua storia. Sì perché il giovane, originario di Castellammare di Stabia, sta per tornare a casa dopo quasi un anno in ospedale. Nell'agosto del 2019, infatti, Michele si trovava a Vico Equense, in Penisola Sorrentina, in compagnia di Pina, la sua fidanzata, con la quale sarebbe convolato a nozze di lì a qualche giorno: i due promessi sposi stavano attraversando la strada sulle strisce pedonali quando furono investiti da un'automobile. Fu proprio Michele a riportare le conseguenze peggiori: il giovane rimase un mese in coma, salvo risvegliarsi, per fortuna, circa un mese dopo, nel settembre del 2019. Ora, dopo circa un anno, Michele può finalmente tornare a casa.

"Ringrazio Dio – continua Michele nel suo post – perché anche se nella vita avrò qualche ostacolo, giorno dopo giorno con la forza e tanta pazienza tutto andrà a finire, e ritorneremo alla vita che ho sognato di recuperare per tanto tempo in questo percorso durato quasi un anno, tra ospedali e sale operatorie. Tutto questo anche grazie a tutte le persone che mi sono state vicine, ad asciugarmi le lacrime e farmi chinare il capo fino all’ultima battaglia per tornare a casa da vincitore. Ed è per questo che dico di dare valore alla vita e andare alla ricerca della felicità sempre, e se ad un certo punto credi di non poterla raggiungere lei arriverà, anche quando sembra che tutto sia finito. Grazie a tutti per quello che avete fatto per me e la mia famiglia, io non lo dimenticherò mai. Finalmente dopo tante battaglie è tutto finito".