Antonello Velardi, sindaco di Marcianise
in foto: Antonello Velardi, sindaco di Marcianise

Dopo quanto emerso a seguito del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto, lo scorso venerdì, negli uffici della prefettura di Caserta, il Viminale ha disposto la scorta per Antonello Velardi, sindaco di Marcianise, nel Casertano: il provvedimento si è reso necessario a seguito delle numerose minacce, anche a mezzo social network, ricevute dal primo cittadino, che amministra Marcianise da un anno e mezzo ormai. Nei mesi scorsi, Velardi aveva più di una volta denunciato alle forze dell'ordine minacce di morte ricevute, anche via web, dove il sindaco teneva una sorta di diario nel quale informava la cittadinanza sul percorso dell'amministrazione cittadina.

La scorta, di quarto livello, è già operativa da ieri ed è proprio Velardi, su Facebook, a dare conto delle sue prime 24 ore con gli "angeli custodi", come li definisce lui: "Cari amici, solo un saluto. A mezzanotte, al termine di una giornata per me indimenticabile. Purtroppo indimenticabile. È finita la mia vita di uomo libero. Mi hanno assegnato la scorta. È stata la prima giornata con gli angeli custodi. Lo Stato c'è, ma è una gran pena ritrovarsi sotto tutela per aver semplicemente cercato di far rispettare a Marcianise le regole, le più elementari. Andiamo avanti. Sognando un mondo che non c'è. Buonanotte a tutti".