(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Una bambina di soli otto anni è stata investita a Pescopagano di Mondragone, nel Casertano, da un pirata della strada che poi è fuggito senza fermarsi a prestare soccorso. Solo dopo, l'uomo si è presentato ai carabinieri che lo hanno arrestato. La piccola si trova nel frattempo all'ospedale Santobono di Napoli, dove versa in condizioni gravi ed è in pericolo di vita. La vicenda è accaduta nel pomeriggio di sabato 24 agosto, nel comune casertano di Mondragone. Stando a quanto ricostruito fino, la bambina di otto anni stava camminando in strada con i genitori, tutti e tre turisti di nazionalità ucraina, quando improvvisamente l'automobile guidata dall'uomo, risultato essere un 47enne residente a Secondigliano, quartiere dell'area nord di Napoli, l'ha travolta in pieno.

Al volante dell'auto pirata positivo alla cocaina

L'uomo, dopo l'impatto avvenuto in località Pescopagano di Mondragone è fuggito senza prestarle soccorso, salvo poi presentarsi successivamente di sua iniziativa ai carabinieri per costituirsi. Dai controlli di rito, l'uomo è risultato essere sia positivo ai test tossicologici, che avrebbero certificato che fosse sotto effetto di cocaina, sia che l'automobile sulla quale viaggiava fosse prima dell'assicurazione e della revisione. I carabinieri lo hanno così sottoposto a fermo e portato ai domiciliari.

Le condizioni della bambina investita

Le condizioni della piccola intanto appaiono particolarmente gravi, è stata portata d'urgenza all'ospedale Santobono di Napoli ed è in prognosi riservata: troppo gravi le lesioni riportate nell'impatto, al momento i medici non possono operarla e tutti gli impegni sono profusi per stabilizzare le sue condizioni così da poter intervenire chirurgicamente dove necessario al più presto possibile.