Questione di una manciata di minuti, forse anche meno. Hanno fatto irruzione nella banca, al momento chiusa, hanno preso una cassaforte che non era ancorata al pavimento e l'hanno trascinata fuori, caricata su un furgone o un mezzo simile e sono scappati. Il furto lampo è avvenuto nella notte scorsa, quella tra il 5 e il 6 agosto, a Montoro, in provincia di Avellino; le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Baiano, che hanno acquisito le telecamere di sorveglianza dell'istituto di credito.

Obiettivo dei ladri, la filiale della Banca Monte Pruno di via Risorgimento. Sono entrati in azione di notte, intorno alle 3.15. Hanno forzato una porta laterale, sul vetro si vedono ancora i segni dell'effrazione, probabilmente hanno avuto la meglio sulla serratura a colpi di mazzola. Una volta dentro, hanno agganciato la cassaforte e l'hanno portata all'esterno, dove l'hanno caricata su un mezzo e sono scappati, riuscendo a dileguarsi prima dell'arrivo dei carabinieri.

Il bottino è di circa 17mila euro. I carabinieri di Baiano stanno visionando le telecamere di sorveglianza, anche quelle installate nei paraggi della banca, per ricostruire non solo il momento del furto ma anche l'arrivo e la successiva fuga dei ladri. Al vaglio degli investigatori anche le registrazioni dei giorni scorsi: prima di entrare in azione, i ladri hanno sicuramente studiato la planimetria della banca e quindi uno della banda potrebbe essere stato ripreso durante i sopralluoghi; è verosimile che sapessero anche della presenza della cassaforte, del fatto che ci fossero dei contanti all'interno e che non fosse ancorata al pavimento.