Si svolgeranno domani, sabato 10 agosto, alle ore 11, nel Duomo di Santa Maria Capua Vetere, nella provincia di Caserta, i funerali di Cristian Grassia, il ragazzo di 22 anni stroncato da una influenza, le cui cause della morte non sono però ancora molto chiare. Sul corpo del giovane, infatti, è stata effettuata l'autopsia: soltanto dopo l'esame autoptico, la Procura ha dato il via libera per le esequie, che si svolgeranno come detto domani nella sua città, Santa Maria Capua Vetere appunto, la cui comunità è sconvolta per l'improvvisa e prematura morte di un ragazzo che in tanti, sui social network, descrivono come solare e sorridente. Studente di Giurisprudenza alla Luiss a Roma, Cristian frequentava il tennis club di Santa Maria, che gli ha dedicato un pensiero dopo aver appreso della sua morte.

Cristian Grassia è purtroppo deceduto lo scorso 6 agosto all'ospedale Pineta Grande di Castel Volturno, dove era arrivato con sintomi influenzali e febbre molto alta. Il 22enne, soltanto da alcuni giorni, era tornato da una vacanza in Grecia con fidanzata e amici e si era stabilito nella residenza estiva di famiglia a Baia Felice, a Cellole, sempre nel Casertano. Qui ha cominciato ad accusare i primi problemi di salute: dopo essere stato visitato dalla guardia medica, il 22enne è tornato a casa con una diagnosi di influenza. Il suo stato di salute è rapidamente peggiorato fino al ricovero nell'ospedale di Castel Volturno e al decesso.