Antonio Capuozzo.
in foto: Antonio Capuozzo.

Sgomento e dolore nel mondo sportivo del futsal in Campania e a Napoli per la morte di Antonio Capuozzo, già campione d'Italia con il Pescara Calcio a Cinque nella stagione 2015, e che aveva vestito anche la casacca della Nazionale italiana. Capuozzo è stato ritrovato morto nella propria automobile: forse un improvviso malore la causa del suo decesso. Un passante, attorno alle 4 del mattino, lo ha notato all'interno della vettura, privo di sensi: sul posto sono giunti in tempi rapidi la Polizia ed il 118, ma quando i soccorsi sono giunti non hanno potuto fare altro che accertarne l'avvenuto decesso. Il pubblico ministero di turno, Salvatore Campochiaro, ha disposto esami più approfonditi, ma non l'autopsia.

Dolore anche a Napoli, la sua città natale, dove aveva giocato con diverse rappresentative locali, ma anche nel resto della regione. Antonio Capuozzo aveva vestito infatti le maglie di Aversa, Bellona, Marcianise (tutte squadre della provincia di Caserta), oltre a Marigliano e Napoli Vesevo. L'altra regione che lo aveva accolto era stata l'Abruzzo, dove aveva anche vinto il campionato con la maglia del Pescara appena nel 2015, oltre a due coppe Italia (2016 e 2017) e due Supercoppe italiane (2015 e 2016). Tanti i messaggi di cordoglio apparsi sul web per ricordare il portiere, che tra il 2003 ed il 2006 aveva vestito anche la maglia della Nazionale. Proprio il portiere azzurro Stefano Mammarella, appena appresa la notizia, ha condiviso sulla propria pagina Facebook una foto di Antonio Capuozzo, scrivendo anche: "Non ci si può credere, una notizia tristissima. Riposa in pace Antonio".