Lutto nel mondo della politica napoletana, e non solo: è morto Domenico Savio, storico fondatore e segretario generale del Partito Comunista italiano marxista-leninista; aveva 80 anni. Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi sui social network da parte di esponenti del mondo politico che hanno conosciuto Savio; tra questi, c'è anche il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che sulla morte di Savio ha dichiarato: "Ho avuto modo di conoscerlo di persona, avevamo idee politiche differenti e per questo spesso ci siamo scontrati ma è sempre stato una persona coerente e trasparente e dalla parte dei più deboli per questo l’ho sempre ammirato".

Una vita spesa per la politica e soprattutto per Ischia: Domenico Savio, infatti, per tre volte è stato consigliere comunale di Forio, centro dell'isola nel Golfo di Napoli, dove sorge anche la sede del partito e dove soltanto lo scorso 16 febbraio aveva festeggiato gli 80 anni. La prima volta come consigliere a Forio era stata con il Pci dal 1971 al 1976, poi con Alternativa Comunista dal 1980 al 1981 e l'ultima volta proprio con il Partito Comunista italiano marxista-leninista dal 2013 al 2018. Nel corso della sua carriera politica, Domenico Savio, con il Pciml era stato candidato alla Camera dei Deputati nel 2004 e al Senato nel 2006, 2008 e 2013; nello stesso anno era stato candidato anche alla presidenza della Provincia di Napoli.