Lutto nel mondo della cultura napoletana per la morte di Gianpaolo Leonetti di Santojanni: nato a Napoli, classe 1942, Leonetti si è purtroppo spento questa mattina a causa di un improvviso malore a 78 anni. Più volte Sovrintendente del Pio Monte di Misericordia, in via dei Tribunali, nel cuore di Napoli – dove è custodito uno dei capolavori di Caravaggio, le "Sette opere di Misericordia" – che proprio grazie all'operato di Leonetti di Santojanni è diventata una istituzione privata; in questa veste è stato anche fautore, per la prima volta, della digitalizzazione dell'Archivio del Pio Monte di Misericordia. Leonetti è stato anche direttore del Museo Filangieri, anch'esso nel cuore di Napoli, in via Duomo. Proprio in qualità del ruolo ricoperto, Leonetti ha contribuito alla creazione di "Via Duomo. La via dei musei" insieme ai direttori di altri musei della zona. Nel corso della sua vita, Leonetti di Santojanni è stato anche direttore del Polo Digitale degli Archivi Napoletani, nonché fondatore e vicepresidente dell'associazione "Amici di Capodimonte".

"La notizia della morte di Gianpaolo Leonetti per tutti noi è un dolore enorme. Non scompare solo un grande uomo di cultura, ma un caro amico, un interprete straordinario del coraggio e della voglia di vivere. I governatori e il personale tutto del Pio Monte della Misericordia ricordano la sua generosità e operosità con immensa gratitudine e si stringono con affetto alla famiglia" è il commento di Alessandro Pasca di Magliano attuale Sovrintendente del Pio Monte di Misericordia, il luogo a cui la figura di Leonetti è più legata.