È morto il giovane attore Vito Molaro, 26 anni, originario di Tufino, piccolo centro vicino Nola, nel Napoletano. Il ragazzo era affetto da una grave forma di fibrosi cistica, malattia genetica ereditaria. Vito era ricoverato a Roma da qualche giorno e si è spento nella notte del primo giorno del 2020. Il giovane era comparso in piccoli ruoli in vari film: “TuttoApposto”, Troppo Napoletano” con la popolare attrice partenopea Serena Rossi, “San Valentino Stories”, “Il Mio Uomo Perfetto” e anche nella soap opera napoletana "Un Posto al Sole" in onda su Raitre. Da qualche tempo le sue condizioni si erano aggravate: "Si ha sempre una ragione per risollevarsi, sempre" scriveva sui social. Qualche giorno fa, l'ultimo momento di gioia, uno scatto con uno dei suoi idoli, l'attore comico Alessandro Siani.

Tante le manifestazioni di cordoglio. L'associazione socio-culturale La Mela scrive su Facebook:

Non doveva finire così! Dopo una vita esemplare passata a lottare! Sei stato un esempio per tutti coloro che nonostante tutto hanno continuato a credere nelle proprie idee e nelle proprie passioni. Quella di attore l’hai condivisa insieme a noi negli ultimi anni:eri la star delle nostre rappresentazioni amatoriali,dove con l’impegno e la dedizione che mettevi in ogni cosa, riuscivi ad emozionare con l’arte che tanto amavi, il teatro.
Emozioni che stamane si sono trasformate in disperazione, commozione e dolore in ognuno di noi alla notizia della tua prematura ed improvvisa dipartita. Non pensavamo mai arrivasse questo giorno e nemmeno così presto.
Ora lassù deliziali tu con uno dei tuoi pezzi:siamo stati onorati di andare in scena con te perché nel copione della vita tu hai sicuramente recitato la parte migliore.
Vito Molaro rimarrai per sempre uno di noi e i momenti passati insieme vivranno nei nostri cuori per il resto dei nostri giorni! Sei stato un grande in questa vita fino alla fine!
La compagnia teatrale Mela e tutta la compagine associativa si uniscono al cordoglio delle famiglie Molaro e Palmese per questa tragica scomparsa.

Anche l'amministrazione comunale di Tufino con una nota esprime il suo dispiacere per il giovane prematuramente scomparso: "Partecipiamo affranti al dolore della famiglia Molaro – si legge – per l'improvvisa scomparsa di Vito. Il 2020 della nostra Comunità comincia con un grande dolore e ci abbracciamo a Nino, Anna Maria e Benny". Fortissimo, infatti, il rapporto tra Vito e il fratello Benny Molaro, entrambi affetti da malattie rare , entrambi impegnati nella raccolta fondi per la ricerca.

I fratelli Molaro
in foto: I fratelli Molaro

La malattia di Vito, la fibrosi cistica, è una patologia genetica ereditaria che colpisce 1 neonato su 2.500–2.700 e che ogni anno fa dunque 200 malati in Italia.  Colpisce soprattutto l'apparato respiratorio, le vie aeree, il pancreas, il fegato, l'intestino e l'apparato riproduttivo.  La mortalità grazie alle cure si è ridotta facendola diventare una malattia con la quale si può raggiungere l'età adulta, anche se la ricerca medica è ancora alla ricerca di cure definitive per la fibrosi cistica.