Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un pregiudicato di 45 anni di Mugnano, in provincia di Napoli, è stato arrestato dai carabinieri in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere: è accusato di tentato omicidio ai danni di un vicino di casa. Secondo le risultanze investigative avrebbe travolto la vittima dopo un litigio condominiale e sarebbe scappato senza prestargli soccorso: a scatenare la follia una discussione nata per il parcheggio nelle aree comuni.

I fatti risalgono a pochi giorni fa, lo scorso primo maggio, quando un uomo era stato investito nei pressi della sua abitazione da un'automobile che subito dopo si era dileguata. I carabinieri avevano immediatamente avviato le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, alla ricerca del pirata della strada che nel frattempo si era reso irreperibile senza prestare soccorso. Impossibile che il guidatore non si fosse accorto di avere travolto una persona: se l'intenzionalità non era certa, era però evidente l'omissione di soccorso.

I militari hanno esaminato alcune telecamere di videosorveglianza e hanno ascoltato dei testimoni che avevano assistito all'investimento. Era così emerso che alla guida dell'automobile c'era un altro uomo, anche lui residente nella zona, ed è venuto fuori anche il motivo: la ragione sarebbe stata in un precedente litigio che c'era stato tra i due. Il responsabile, questa la versione che è stata poi avvalorata dal gip con l'emissione dell'ordinanza, avrebbe quindi colpito volontariamente il "rivale". La vittima ha per fortuna riportato solo delle contusioni, è stata dimessa con prognosi di alcuni giorni.