Lunedì pomeriggio sarà sottoposta ad autopsia la salma del feto che Anna Siena portava in grembo. Da quanto apprende Fanpage.it il pubblico ministero ha nominato anche il ginecologo, il dottor Giuseppe Saggese e si procederà agli accertamenti sul piccolo. Sempre lunedì mattina, verranno nominati anche i ginecologi di parte. La 36enne, morta  lo scorso 18 gennaio all'ospedale Pellegrini di Napoli, tre giorni prima pare si fosse presentata al pronto soccorso dell'ospedale Pellegrini per poi essere dimessa con la diagnosi di lombosciatalgia.

L'avvocato della famiglia della donna, Sergio Pisani, aveva successivamente spiegato che è "assurdo che nel 2019 un paziente, secondo l'avvocato, esca da un pronto soccorso per dolori lancinanti a stomaco e schiena senza essere sottoposta a tutti controlli del caso, quando a volte anche una semplice radiografia può salvare la vita". Contattato da Fanpage.it l'avvocato Gabriele Di Criscio, che difende i due medici indagati per la morte di Anna Siena,  spiega che "la donna aveva in grembo un feto di circa 2,4 chilogrammi e quando ha effettuato il primo accesso al pronto soccorso lamentava solo dolori alla zona lombare e non addominale".