9 Ottobre 2014
10:45

Napoli, 14enne seviziato con una pistola ad aria compressa perché grasso: è grave

È successo nel quartiere di Pianura. La vittima è un quattordicenne ora gravissimo in ospedale: ha riportato lesioni multiple al colon. In tre lo avrebbero preso in giro perché grasso.
A cura di Susanna Picone

Un ragazzino di 14 anni si trova ricoverato in gravissime condizioni in ospedale a Napoli, dove è arrivato con delle lesioni multiple al colon. Il giovane è arrivato mercoledì pomeriggio in ospedale, dopo aver subito una brutale aggressione da parte di altri tre ragazzi poco più grandi. In tre hanno preso in giro il 14enne perché, questo sarebbe stato il motivo, era grasso. Poi uno di loro lo ha bloccato, gli ha abbassato i pantaloni e lo ha violentato con una pistola ad aria compressa. L’aggressore, soffiando con la pistola usata in un autolavaggio, ha provocato al ragazzino lacerazioni all’intestino. L’aggressione è andata in scena nel quartiere di Pianura, in un autolavaggio.

Fermato il presunto responsabile per tentato omicidio

I carabinieri della stazione di Bagnoli, che sono stati allertati dopo aver avuto notizia di un ragazzino ricoverato all'ospedale San Paolo e sottoposto a un delicato intervento chirurgico per perforazioni multiple al colon, hanno identificato i tre giovani, tutti di 24 anni. Uno di loro, V.I., è stato fermato per tentato omicidio mentre gli altri due, A.D. e V.E., sono stati denunciati e dovranno rispondere di concorso in tentato omicidio. I carabinieri li hanno raggiunti dopo aver ascoltato i familiari della vittima, che avevano raccolto le poche parole che il ragazzino è riuscito a pronunciare. Il 24enne che è stato fermato sarebbe il responsabile materiale della violenza mentre gli altri due si sarebbero limitati a prendere in giro la vittima.

Le condizioni del ragazzino seviziato

Massimo riserbo all'ospedale San Paolo di Napoli sulle condizioni del 14enne di Pianura. “Trattandosi di un minore – ha spiegato all'Adnkronos Salute il direttore sanitario Raffaele Dell'Aversano – potremo dare notizie sulle sue condizioni di salute solo ed esclusivamente se preventivamente autorizzati dalla famiglia”. In caso di assenso, l’ospedale napoletano diffonderà un bollettino ufficiale nell'arco della giornata.

I parenti del 24enne indagato: “Per loro era un gioco”

I familiari del 24enne che è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio hanno reagito con rabbia a quanto accaduto. E, alle telecamere del quotidiano Il Mattino, difendono il ragazzo. Parlano di uno scherzo finito male, di un gioco finito in tragedia. Ma dicono che non c’è stata violenza e che dunque non sarebbe stato un tentato omicidio e che non si è trattato di un abuso sessuale. “Hanno fatto – così al Mattino – una enorme stupidaggine ed è giusto che tutti quelli che vi hanno preso parte paghino, ma che paghino il giusto. Non è un tentato omicidio né altro, sono tutti bravi ragazzi che si prendevano in giro tra loro. Non hanno capito che il compressore, con quella potenza, avrebbe fatto danni. Per loro era un gioco”.

La mamma del ragazzino seviziato: “Non sa di essere grave”

La mamma della vittima ha pronunciato qualche parola davanti alla sala rianimazione dell'ospedale: “Dicono che era uno scherzo? Intanto mio figlio ha rischiato la vita”. La donna ha detto anche che il figlio non avrebbe capito la gravità delle sue condizioni di salute: “Al ragazzo ho detto una bugia: è tutto a posto, domani torni a casa, ti hanno tolto tutta l'aria dalla pancia…”. Intervistato da Fanpage.it lo zio della giovane vittima si dice certo che si tratti di un gioco finito male, non di un esplicito tentativo di violenza verso il ragazzino.

Il commento del Garante per l’infanzia: “Non è bullismo”

“Non accetto che l'episodio accaduto al quattordicenne a Napoli in un autolavaggio venga definito ‘bullismo’. Questa è violenza. Violenza pura”: così il Garante per l’infanzia e l’adolescenza Vincenzo Spadafora. “Dove siamo arrivati? Quanto è accaduto a un minorenne,‘colpevole’ di essere grasso, è indegno per una società civile. Il degrado socio-culturale degli ultimi anni insieme alla crisi di valori e all'assenza dello Stato stanno producendo una deriva inaccettabile. Sono vicino alla famiglia e auspico quanto prima che il ragazzo esca dalla grave situazione clinica”, ha aggiunto il Garante.

Lite davanti casa dell’aggressore nel quartiere Pianura

È alta la tensione a Napoli per quanto accaduto ai danni del 14enne. Davanti casa del 24enne che è stato fermato per l’aggressione è andata in scena anche una breve lite tra i parenti di ques'ultimo e quelli del minorenne seviziato. Secondo quanto si è appreso, i congiunti della vittima si sono recati davanti l'abitazione dell'autore del gesto, nel quartiere Pianura, per dare vita a una scaramuccia subito rientrata anche grazie all'intervento dei carabinieri. Intanto, dall’ospedale, la mamma del 14enne rifiuta di sentir parlare di uno scherzo. “Dovrebbero dare la sedia elettrica a chi ha fatto male a mio figlio”, così la donna rispondendo, appunto, a quanti sostengono che l’episodio sia solo una bravata. “Potevano ucciderlo – ha detto disperata la mamma della vittima – come sto piangendo io, devono farlo anche i familiari di quei ragazzi”. Anche il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha commentato l’episodio di violenza di Napoli auspicando una punizione esemplare per i responsabili.

Il sindaco sospeso De Magistris: “Fatto inaccettabile e vergognoso”

Un commento in merito alla terribile aggressione nell’autolavaggio è arrivato anche da parte del sindaco sospeso di Napoli Luigi De Magistris, che ai microfoni di Fanpage.it ha parlato di un fatto inaccettabile e vergognoso: "Esprimo vicinanza a questo ragazzo, speriamo si possa riprendere presto", così De Magistris. “Io  – ha affermato De Magistris – non me la sentirei di esprimere in questo momento un giudizio complessivo di disagio sociale, potrebbe essere un fatto isolato, che però va analizzato perché non si può accettare una condotta di questo tipo. Sono sintomi di una forma di bullismo esasperato che ancora predomina in settori delle nostre comunità”. Il sindaco sospeso a Fanpage.it ha detto inoltre che preoccupa anche l'età avanzata dei ragazzi che avrebbero commesso la violenza: “Oggi bisogna stringersi intorno a questo ragazzo. Le pene devono essere esemplari come quelle che prevede il codice penale, sono pene molto gravi per fatti di questo tipo. Devono essere applicate le pene previste dal codice con la giusta severità”.

Napoli, pistola puntata contro un turista per rubargli l'orologio
Napoli, pistola puntata contro un turista per rubargli l'orologio
88.026 di Fanpage.it Napoli
Va alle giostre con un coltello di 10 centimetri in tasca: 14enne denunciato all'Edenlandia
Va alle giostre con un coltello di 10 centimetri in tasca: 14enne denunciato all'Edenlandia
Vende alcolici a 14enni, chiuso per due mesi un bar nel centro storico di Napoli
Vende alcolici a 14enni, chiuso per due mesi un bar nel centro storico di Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni