2.195 CONDIVISIONI
L'omicidio di Ugo Russo a Napoli
3 Marzo 2020
20:29

Napoli, 15enne ucciso da carabiniere. Ciocca (Lega): ‘Genitori dovrebbero suicidarsi’

Polemiche su una frase di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega, pronunciata oggi durante la puntata di Mattino 5, trasmissione televisiva di Canale 5, incentrata su Ugo Russo, il ragazzo di 15 anni ucciso a Napoli da un carabinieri durante un tentativo di rapina. “I genitori dovrebbero suicidarsi” ha detto Ciocca.
A cura di Valerio Papadia
2.195 CONDIVISIONI
Ugo Russo, il 15enne ucciso da un carabiniere durante una tentata rapina
Ugo Russo, il 15enne ucciso da un carabiniere durante una tentata rapina
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio di Ugo Russo a Napoli

È destinata a far parlare ancora tanto la morte di Ugo Russo, il ragazzo di 15 anni ucciso nella notte tra sabato e domenica a Napoli, nella zona di Santa Lucia, sul lungomare, da un carabiniere, durante un tentativo di rapina. È destinata a far discutere, però, anche la frase pronunciata anche da Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: il politico, intervenuto oggi a Mattino 5, trasmissione televisiva di Canale 5, ha parlato proprio del caso di Ugo Russo. Nel corso di una discussione accesa con la giovane ex modella Sara Manfuso, l'europarlamentare ha detto: "I genitori dovrebbero suicidarsi" in riferimento ai famigliari del 15enne ucciso.

La notte tra il 29 febbraio e il 1° marzo, in via Generale Giordano Orsini, in zona Santa Lucia, sul lungomare di Napoli, Ugo Russo e un amico di 17 anni, a bordo di uno scooter, si avvicinano a un'automobile con a bordo un ragazzo e una ragazza. Puntano la pistola (che era a salve, come stabiliranno le indagini) contro il ragazzo per rubargli gli effetti personali, ma il giovane si rivela essere un carabiniere libero dal servizio di 23 anni, che reagisce e spara con la pistola d'ordinanza: Ugo Russo, 15 anni, viene soccorso e trasportato all'ospedale Pellegrini, nosocomio del centro di Napoli, dove muore poco dopo. Famigliari e amici del ragazzo, giunti in ospedale, apprendono della morte e sfasciano il Pronto Soccorso; nella notte, alcuni colpi d'arma da fuoco vengono esplosi contro la Caserma Pastrengo, sede del Comando Provinciale di Napoli dei carabinieri.

Il carabiniere è attualmente indagato per omicidio volontario. "Prova tanto, tanto dispiacere per quello che è avvenuto, ma al tempo stesso è sereno perché sa di avere avuto un comportamento professionalmente impeccabile" ha spiegato l'avvocato del carabiniere. Il 17enne che si trovava con Ugo Russo è invece stato arrestato per tentata rapina; il suo legale ha dichiarato che i due ragazzi hanno tentato la rapina per racimolare denaro per andare in discoteca.

2.195 CONDIVISIONI
70 contenuti su questa storia
Il vessillo dedicato a Ugo Russo sfila ancora ai Quartieri Spagnoli alla processione della Madonna dell'Arco
Il vessillo dedicato a Ugo Russo sfila ancora ai Quartieri Spagnoli alla processione della Madonna dell'Arco
Il vessillo per Ugo Russo sfila dopo le polemiche: "Non è una sfida, ma un modo per ricordarlo"
Il vessillo per Ugo Russo sfila dopo le polemiche: "Non è una sfida, ma un modo per ricordarlo"
"Ugo Russo era devoto alla Madonna dell'Arco, ecco il perché dello stendardo"
"Ugo Russo era devoto alla Madonna dell'Arco, ecco il perché dello stendardo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni