Inaugurato quest'oggi il cantiere per l'installazione delle telecamere a Scampia, nell'area nord di Napoli, poi toccherà a Chiaia. Si tratta, complessivamente, di cinquanta dispositivi che verranno divise in 36 dispositivi per Scampia e 14 per Chiaia. I lavori, finanziati dalla regione Campania, sono iniziati quest'oggi: a Scampia, nel dettaglia, ci saranno in tutto quattordici nuove telecamere di osservazione e ventidue lettori di targhe e transit. Prossimamente, nella zona della movida di Chiaia, verranno installate altre 14 telecamere di videosorveglianza, che si sperano possano servire anche da deterrente vero e proprio.

Stamattina, all'apertura del cantiere di Scampia, ha preso parte anche Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. L'investimento, nel solo quartiere settentrionale di Napoli, è costato alla Regione Campania, nell'ambito del progetto per la sicurezza, circa trecentomila euro. "Dopo aver riqualificato la stazione, una delle più belle della città, e la piazza antistante, parte oggi a Scampia il cantiere per l'installazione di 36 telecamere di videosorveglianza", ha commentato lo stesso Vincenzo De Luca, che ha poi aggiunto come si tratti di "uno sforzo che la Regione Campania fa, pur non essendo, questa, materia di sua stretta competenza, per cercare di dare più sicurezza ai cittadini. Atti di squadrismo e vandalismo, come quelli accaduti al Pellegrini, e i continui fenomeni di microdelinquenza hanno ormai superato la linea della tollerabilità".

Vincenzo De Luca questa mattina a Scampia.
in foto: Vincenzo De Luca questa mattina a Scampia.