Ancora un episodio di violenza contro un soccorritore. Stavolta è accaduto nel cuore di Napoli, all'uscita dell'ospedale Vecchio Pellegrini, dove un'ambulanza della Croce Rossa in servizio dialisi si è ritrovata incastrata all'uscita del nosocomio partenopeo. Il guidatore ha così dovuto fare diverse manovre per uscire e, durante una di queste, ha tamponato un veicolo in sosta.

A quel punto, un passante ha iniziato a filmare con il proprio cellulare l'ambulanza, impegnata nelle diverse manovre per uscire dalla complicata situazione, ed uno dei soccorritori è sceso per spiegare, fa sapere l'associazione "Nessuno Tocchi Ippocrate", che non si può filmare un mezzo di soccorso. Ma il passante, invece di desistere, ha reagito in malo modo, prendendo a schiaffi il soccorritore, al punto da stordirlo. Si tratta, ha fatto sapere l'associazione, dell'aggressione numero ottanta dall'inizio dell'anno contro il personale sanitario a Napoli. Il passante è stato poi denunciato dal soccorritore, che dopo la vicenda si è presentato alle forze dell'ordine per sporgere querela contro l'aggressore. Appena pochi giorni fa, l'ennesimo episodio di violenza stavolta all’ospedale Santobono, dove il papà di un bimbo ha rotto un dito a un infermiere. "Solo l'intervento della vigilanza ha impedito conseguenze peggiori e l'operatore sanitario è riuscito a cavarsela solo con un dito rotto", aveva commentato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, raccontando l'episodio. Episodi del genere si verificano sempre più spesso in diverse zone del capoluogo campano e perfino all'interno degli ospedali, in maniera quasi capillare.