Una vasta operazione quella messa in piedi dai carabinieri del Nas di Napoli, unitamente a quelli del Comando Provinciale, a salvaguardia della salute di cittadini e consumatori, anche e soprattutto con l'approssimarsi delle festività natalizie: tantissimi gli esercizi commerciali controllati dai militari dell'Arma e i sequestri operati sia nel capoluogo che in provincia. Il più rilevante, forse, a Torre Annunziata, in via Plinio, dove i militari hanno scoperto un caseificio completamente abusivo, posto sotto sequestro. All'interno, i militari del Nas, insieme ai colleghi del Nil, hanno rinvenuto circa 155 chili di prodotti caseari (provole, mozzarelle, ricotte), conservati in pessimo stato e privi delle indicazioni di provenienza e tracciabilità previste dalla legge.

Tantissimi gli alimenti, mal conservati o privi di tracciabilità, sequestrati nell'ambito dell'operazione. In via Bianchi a Napoli, i carabinieri hanno sequestrato 20 chili di carne privi di tracciabilità, mentre a Sant'Agnello sono stati sequestrati 60 chili di dolci per lo stesso motivo. In un bar sito in via Domitiana a Giugliano, ancora, sono stati sequestrati 20 chili di alimenti privi delle indicazioni di provenienza; a Ottaviano, in ultima analisi, sono stati sequestrati 200 chili di prodotti dolciari.

Nei dintorni di piazza Garibaldi, nel cuore di Napoli poi, in una farmacia i militari dell'Arma hanno rinvenuto, in un deposito nelle adiacenze dell'esercizio commerciale, farmaci privi dell'autorizzazione alla vendita rilasciata dall'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco. Inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati 21 medicinali di provenienza estera.