Giorgio Mastrota nello spot che ha scatenato le polemiche
in foto: Giorgio Mastrota nello spot che ha scatenato le polemiche

Sta facendo molto parlare, in queste ore, uno spot che moltissimi cittadini, ma anche associazioni, definiscono profondamente offensivo per la città di Napoli. Nello spot, che pubblicizza la serie tv "Romolo+Giuly", in onda su Fox a partire dal prossimo 17 settembre, si vede infatti il re delle televendite, Giorgio Mastrota – che ha anche un ruolo nella serie – definire Napoli come "città della spazzatura", rimandando così il più classico dei cliché, in negativo, per il capoluogo campano. “Sta per arrivare Romolo + Giuly, la guerra mondiale italiana. Beh, un classico dei classici per quanto riguarda l’amore ma anche una guerra feroce. Proprio lì nelle vostre città, nei vostri quartieri, tra le buche di Roma e la spazzatura di Napoli" dice Mastrota nello spot.

"Nessuna ironia, nessuna fantasia e nessuna giustificazione per lo spot del televenditore e neo-attore Giorgio Mastrota ma il solito strisciante razzismo anti-napoletano durante lo spot che pubblicizza la fiction "Romolo+Giuly" su Fox Tv la prossima settimana" si legge in una nota diffusa del movimento Neoborbonico. Anche lo sportello Difendi La Città del Comune di Napoli, su Facebook, attacca lo spot: "Abbiamo ricevuto segnalazioni su quest'ennesima indecenza e vi assicuriamo che metteremo in moto tutto ciò che possiamo e se l'Avvocatura, cui ci appelleremo, individuerà motivi di rivalsa legale denunceremo e seguiremo la vicenda fino a quando chi ha leso la reputazione e l'immagine della città non pagherà" si legge sul social network.