immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Giravano per strada con delle pistole, che poi fortunatamente sono risultate essere dei giocattoli: per questo, due ragazzini di 15 anni, due fidanzatini, sono stati denunciati dai carabinieri a Napoli con le accuse di procurato allarme e porto abusivo di arma da taglio. A lanciare l'allarme è stato un cittadino, che ha visto il ragazzo camminare per strada con una pistola infilata nella cintura: sul posto sono arrivati i militari dell'Arma, che hanno immediatamente rintracciato e fermato i due fidanzatini. Il ragazzo, oltre alla pistola infilata nella cintura, era in possesso anche di un coltello di 10 centimetri, mentre la ragazza aveva due pistole nella borsetta: le armi da fuoco, come detto in precedenza, sono per fortuna risultate essere dei giocattoli, dotati del tappo rosso di sicurezza. I due minorenni sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.

I due fidanzatini 15enne sono stati denunciati nell'ambito di una operazione effettuata dai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, precisamente dai militari della compagnia di Bagnoli, nei quartieri di Posillipo e Mergellina. Nell'ambito dei controlli dei militari dell'Arma sono state controllate 181 persone e 56 veicoli; 34 le sanzioni comminate, per un totale di 16mila euro, per chi non rispetta il codice della strada. In piazza Sannazzaro, inoltre, all'esterno di una nota pizzeria della zona, i carabinieri hanno trovato una pistola Beretta 92SB a salve, completa di 4 cartucce e priva del tappo rosso di sicurezza. I militari dell'Arma stanno analizzando la pistola alla ricerca di eventuali impronte digitali.