Se l'è presa anche coi poliziotti che erano intervenuti per sedare il litigio in corso con un'altra persona, ha inveito contro di loro e con una mossa veloce si è infilato nell'automobile di servizio, cercando di rubare la palina di segnalazione. Non si sa per quale ragione volesse prenderla, se per usarla come arma o per chissà quale altro motivo, ma quel tentativo gli è valso un arresto: è accusato di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo, S. M., 28 anni, con precedenti di polizia, è stato bloccato dagli agenti scorsa in piazza Municipio, nel pieno centro della città, nei pressi della sede del Comune di Napoli.

I poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli erano intervenuti nella piazza in seguito a una segnalazione di rissa arrivata ai centralini della centrale operativa. Erano circa l'1.30 della notte scorsa, quella dell'8 novembre. Al loro arrivo gli agenti hanno individuato le persone segnalate al telefono, due uomini che stavano ancora litigando fuorisamente, e si sono avvicinati per i controlli del caso. Li hanno fermati, hanno chiesto i documenti e hanno avviato gli accertamenti ma, durante le verifiche sulle generalità, uno di loro ha iniziato improvvisamente a inveire contro gli agenti.

Poi, mentre cercavano di calmarlo, il ragazzo con uno scatto si è lanciato verso l'automobile di ordinanza, è entrato nell'abitacolo e ha cercato di prendere la palina dei poliziotti, che era rimasta all'interno. A quel punto l'uomo è stato allontanato dalla vettura e bloccato e, al termine dei controlli, per lui sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale e per tentata rapina.