Volevano bere una birra, così si erano dati appuntamento, si erano incontrati e, in sella a uno scooter, stavano andando insieme a stappare la bottiglia. Ma sono incappati in un controllo delle forze dell'ordine: sono stati entrambi denunciati e per il proprietario del motorino è scattata anche una pesante multa: oltre 7mila euro per diverse irregolarità riscontrate. È accaduto a Fuorigrotta, nell'area occidentale di Napoli. I due, L. M. e M. M., incensurati, sono stati fermati nel pomeriggio di ieri, 31 marzo, mentre percorrevano sul motorino via Leopardi, una delle strade principali del quartiere.

Sono stati fermati dagli agenti del commissariato San Paolo, che stavano pattugliando il quartiere per i controlli di routine e per verificare il rispetto delle misure imposte per limitare i contagi. Agli agenti, che hanno chiesto loro il motivo per cui fossero usciti da casa, contravvenendo alle norme anti contagio, hanno candidamente risposto che non credevano di stare facendo nulla di male, che volevano soltanto uscire a bere una bottiglia di birra insieme.

Entrambi sono stati denunciati per violazione delle misure previste dal Governo (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 22 marzo 2020). Ma per L. M. i guai non si sono fermati lì. Gli agenti lo hanno multato perché era alla guida senza il casco e, controllando i documenti dello scooter, hanno scoperto che il mezzo era sprovvisto di assicurazione e risultava anche già sottoposto a sequestro amministrativo; il 37enne, infine, non aveva mai preso la patente di guida. Complessivamente l'uomo è stato multato per 7.200 euro.