L'autobus è in sosta alla fermata. Fino a qui non c'è niente di strano, se non fosse che il pullman in questione, dell'Anm – l'azienda che gestisce il trasporto pubblico a Napoli – è proprio fermo, non circola, ma viene utilizzato in via Don Bosco, come si legge da un cartello improvvisato affisso sul lunotto del mezzo, come vendita di ticket di viaggio e info point per i viaggiatori, invece di essere adibito al trasporto. La polemica, con tanto di foto pubblicate sui social, arriva dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

"Un pullman dell’Anm, nella mattinata del 1 novembre, è stato utilizzato come biglietteria provvisoria per gli utenti. Il mezzo, posizionato all’inizio di via Don Bosco, fungeva da vera e propria biglietteria, come segnalatoci da tanti cittadini. Una situazione che, vista la giornata festiva e, soprattutto, visto il caos circolazione di questi giorni, ci sembra molto poco opportuna. La cosa che ci preoccupa è che, da come ci hanno segnalato, non si tratterebbe dell’unico caso. Gli autobus devono svolgere il proprio compito. Tutti. Devono assicurare ai cittadini un servizio pubblico importantissimo. Molti, da tempo, si lamentano dei ritardi che devono sopportare per poter prendere un bus; se si occupa una mezzo per vendere biglietti di certo si incrementano i disagi, invece di ridurli. Segnaleremo la cosa all’Anm per avere spiegazioni. Con il traffico della tangenziale in tilt, pullman e metropolitana hanno un ruolo chiave per alleggerire gli ingorghi, specie in questo weekend festivo" hanno dichiarato Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli.