La manifestazione a Napoli
in foto: La manifestazione a Napoli

Circa duemila persone hanno manifestato oggi a Napoli per esprimere solidarietà al popolo curdo, sotto attacco della Turchia di Erdogan. Nel primo pomeriggio i manifestanti hanno tenuto un flash mob in piazza Berlinguer e poi si sono diretti verso la prefettura. In piazza militanti di Potere al Popolo!, ma anche alcuni rappresentanti dei lavoratori della Whirlpool di Napoli, che è a rischio chiusura dopo che la multinazionale americana ha manifestato l'intenzione di vendere lo stabilimento. I sindacati hanno incontrato oggi il neoministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, arrivato oggi a Napoli per la manifestazione ‘Italia a 5 Stelle'. "Noi di Whirlpool siamo solidali al popolo kurdo, uniti dalla stessa vostra volontà quella di difendere la nostra terra, la vostra terra, la nostra cultura, la vostra cultura, il nostro futuro,il vostro futuro. La nostra felicità, la vostra felicità è perseguibile solo vivendo da uomini liberi. Il popolo napoletano si stringe intorno al popolo del Kurdistan. Napoli non Molla e nemmeno il Kurdistan", hanno dichiarato i rappresentanti dei lavoratori.

I militanti di Potere al Popolo! hanno chiesto al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, di impegnarsi per lo stop all'export di armi,  per il ritiro del contingente di 130 uomini impegnato in Turchia in un'operazione NATO, per lo stop ai fondi EU a Erdogan. per la sospensione cooperazione tra le intelligence, per la sospensione del programma relativo agli F35 e per l'avvio di sanzioni diplomatiche per i governanti di Ankara, Erdogan in primis.