A Napoli è già tempo per il primo tuffo in mare del 2020: complice un clima quasi primaverile, con poco meno di venti gradi ed un cielo sgombro di nubi, in molti si sono recati alla Rotonda Diaz per il tradizionale bagno di Capodanno. L'appuntamento è scattato per mezzogiorno, quando in tanti si sono presentati in costume e, dopo foto e video di rito, si sono quindi lanciati in acqua. Tanti giovani e un po' meno giovani presenti all'iniziativa, che ha riscosso anche il favore dei turisti presenti sul Lungomare e dei tanti cittadini che hanno assistito dalla strada. Un buon segnale in vista insomma della primavera vera e propria che arriverà tra due mesi e che si preannuncia particolarmente positiva dal punto di vista climatico.

Se a mezzogiorno è avvenuto il "cimento" tradizionale, nel corso della giornata sono stati tanti altri i semplici cittadini o turisti che ne hanno approfittato per andare al mare. Almeno fin quando non è calato il sole, infatti, le temperature sono rimaste constantemente sopra i sedici gradi, permettendo dunque ai più di passare qualche ore sugli scogli tra Mergellina e Chiaia, oppure di tuffarsi direttamente in acqua, per un bagno in mare completamente fuori stagione ma consentito dall'ondata di bel tempo che negli ultimi giorni si è abbattuta sulla Campania. Anche perché il quadro climatico è destinato nel breve termine a cambiare del tutto: dall'Epifania in poi, un'ondata di freddo polare si abbatterà sulla regione e porterà ad un drastico calo delle temperature, rendendo di fatto impossibile ripetere un'esperienza del genere. Almeno fino alla primavera.