Stazione di Montesanto della Linea 2 della metropolitana di Napoli
in foto: Foto di repertorio

Forti ritardi nella mattina di oggi, 20 gennaio, sulla linea 2 della Metropolitana di Napoli, in seguito all'infortunio di un passeggero che si trovava nella stazione di Montesanto. È stato necessario chiamare un'ambulanza e bloccare il convoglio sulla banchina in attesa dell'arrivo dei soccorsi del 118. La linea è stata così sospesa dalle ore 7.50 fino alle ore 8.50, il treno è rimasto fermo in stazione per circa un'ora; sulla tratta ci sono stati ritardi fino a 70 minuti, due treni regionali sono stati cancellati e altri quattro hanno viaggiato su un percorso limitato, essendo la stazione di Montesanto inutilizzabile per la presenza dell'altro convoglio.

La situazione è tornata gradatamente sotto controllo a partire dalle 9 circa, quando l'uomo era stato già soccorso e il treno ha potuto riprendere il viaggio. I ritardi e le cancellazioni hanno causato disagi ai tanti pendolari che, in questo lunedì mattina, erano nelle stazioni per andare al lavoro e per gli studenti in viaggio verso le scuole.

Linea 1 ancora limitata dopo l'incidente

Intanto, la Linea 1 della Metropolitana di Napoli, gestita da Anm, resta ancora attiva esclusivamente sulla tratta Garibaldi-Colli Aminei, in seguito all'incidente che ha coinvolto tre treni lo scorso 14 gennaio e in attesa del dissequestro della tratta alta dell'infrastruttura da parte dell'autorità giudiziaria. Per coprire la tratta Piscinola – Colli Aminei, ricorda l'Anm, è attiva la linea autobus integrativa 665; sono state inoltre potenziate le linee bus ordinarie C67 (da Scampia per Capodimonte), R5 (da Scampia per p. Garibaldi) e 178 (Piscinola-Dante).