99 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Succede solo a Napoli

Napoli, l’avviso ai ladri in auto: ‘Lo stereo è stato già rubato, non rompere il finestrino’

Un automobilista nel centro di Napoli ha lasciato un cartello per i ladri nella sua automobile: “Lo stereo è stato già rubato, non rompere il finestrino, grazie”. L’avviso, che potrebbe far sorridere, è in realtà la dimostrazione della frustrazione di molti automobilisti, che devono fare i conti con ladruncoli che distruggono le automobili anche per pochi spiccioli.
A cura di Nico Falco
99 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Nell'auto non c'è nulla di valore. Lo stereo è stato già rubato. Non rompere il finestrino. Grazie". L'invito ai ladri, o per meglio dire l'appello, è stato esposto da un automobilista napoletano che aveva lasciato la vettura parcheggiata nei pressi di via Toledo, nel centro di Napoli. La scritta all'inizio sembra divertente, ma basta pensarci un attimo per capire che c'è ben poco da ridere: chi ha stampato quel messaggio e lo ha messo nell'abitacolo è probabilmente uno dei tanti napoletani esasperati per i continui furti nelle autovetture, con sbandati e criminali che approfittano del buio per spaccare i finestrini e portare via anche qualche spicciolo.

Il cittadino è quindi costretto a correre ai ripari. A chiedere il favore al ladro, sperando che legga l'avviso: non troverebbe nulla di valore, è pregato almeno di risparmiargli la spesa per la sostituzione del vetro. Viene in mente la vecchia barzelletta, raccontata spesso come fatto realmente accaduto, del malcapitato di turno che lascia il biglietto "Lo stereo non c'è", e al ritorno non trova l'automobile ma un altro cartello, con la scritta "Non ti preoccupare, ce lo mettiamo noi". Tralasciando battute e ironie amare, negli ultimi tempi in diverse zone della città è stato registrato un aumento di episodi del genere. Anche in zone residenziali, anche a pochi metri dalle finestre.

Automobilisti che trovano finestrini spaccati, la macchina in bilico su quattro mattoni perché nella notte hanno rubato le gomme o, questa una delle ultime frontiere del furto, cercano di mettere in moto ma il quadro non dà segni perché qualcuno ha portato via la batteria. E spesso si tratta di furti "in serie": il ladro, una volta individuata la zona poco illuminata, in pochi secondi passa in rassegna decine di autovetture.

99 CONDIVISIONI
47 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views