Eduardo Estatico, il 72enne deceduto all’ospedale San Paolo dopo sei ore di attesa. [Foto / Fanpage.it]
in foto: Eduardo Estatico, il 72enne deceduto all’ospedale San Paolo dopo sei ore di attesa. [Foto / Fanpage.it]

Resta un mistero per il momento la morte di Eduardo Estatico, il 72enne deceduto al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo di Fuorigrotta, nel cuore di Napoli, lo scorso 9 febbraio. L'uomo è rimasto in attesa all'interno del pronto soccorso del nosocomio napoletano per sei ore, lamentando forti dolori all'addome aspettando di essere visitato. I familiari, dopo la tragedia, hanno quindi sporto denuncia per capire cosa sia accaduto: come raccontato dal nipote dell'uomo ai microfoni di Fanpage.it, "intorno a lui ho visto solo indifferenza, un uomo di quell'età e cardiopatico che si contorceva dal dolore, lasciato su una sedia in attesa".

Per adesso, la cartella clinica del settantaduenne è stata sequestrata dagli inquirenti, che hanno disposto anche l'autopsia sulla salma dell'uomo. Quest'ultima sarà effettuata nei prossimi giorni: l'uomo deceduto era già stato portato nello stesso ospedale quattro giorni fa, lamentando già forti dolori addominale. I sanitari gli avrebbero diagnosticato quindi una banale influenza, per poi tornare al pronto soccorso sabato scorso, dove ha poi trovato suo malgrado la morte.

Le indagini sul caso sono state affidate ai magistrati della VI sezione della Procura della Repubblica di Napoli. Intanto, il ministro della Salute Giulia Grillo ha fatto già sapere di aver disposto un'ispezione urgente per cercare di fare chiarezza sulla vicenda. Gli ispettori, in particolare, cercheranno di capire se il decesso sia stato causato da difetti organizzativi, e se siano state rispettate tutte le procedure. Oltre agli ispettori del ministero, ci saranno anche gli esperti dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) e dell'Istituto Superiore di Sanità, oltre ai carabinieri del Nas.