Tragedia a Napoli, dove un bambino di soli tre anni è deceduto al Pronto Soccorso: il piccolo lamentava dolori addominali ed era giunto già ieri sera in ospedale, dove però era stato classificato come codice verde ed in seguito dimesso. I sanitari del Santobono avevano riscontrato segni "di infiammazione delle vie aeree, dolori addominali e diarrea", ma non "temperatura febbrile al momento dell'osservazione".

Stando a quanto comunicato in una nota dal nosocomio partenopeo, "dopo la visita, integrata da un esame ecografico, il quadro clinico è stato ritenuto, in conformità alle linee guida ordinariamente seguite, non abbisognevole di ricovero e il piccolo è stato reinviato al domicilio, con prescrizione di farmaci e richiesta di controllo presso il curante dopo 24 ore". Ma stamattina si è consumato invece il dramma: alle 7 il bambino è arrivato nuovamente in Pronto Soccorso, stavolta in arresto cardiaco. Inutili tutti i tentativi di salvarlo: alle 7.43 i medici hanno dovuto constatarne il decesso. L'ospedale ha immediatamente istituito una commissione interna, che si occuperà anche dell'autopsia del bimbo, originario del territorio vesuviano.