NAPOLI – Sangue sul lungomare di Napoli. Un uomo è morto, accoltellato, dopo una lite furibonda. Poco distanti da piazza Sannazaro, i due, entrambi extracomunitari, secondo le prime ricostruzioni, avrebbero avuto un diverbio all'altezza di un semaforo. La dinamica è ancora poco chiara. Da quanto appreso da Fanpage.it, l'omicida, ferito nel corso della lite è stato soccorso e portato in ospedale ed è stato identificato e arrestato dalla Polizia. Il litigio è iniziato poco dopo le 21, quando i due ambulanti nordafricani, a un semaforo di via Mergellina, hanno iniziato a urlare.

Il diverbio è terminato con un colpo all'addome; la vittima è morta dissanguata. Sul posto è immediatamente arrivato il 113 allertato da alcuni passanti insieme alla Polizia. Le generalità dei due non sono ancora note, ma alcuni testimoni raccontano di aver visto l’uomo, ora coperto da un lenzuolo bianco su un marciapiede di fronte il lungomare, spesso in quella zona. Ad assistere alla scena e alle ricostruzioni delle forze dell’ordine sono stati in molti. La lite, sfociata in omicidio, è avvenuta in una delle zone più frequentate il sabato sera dai giovani.

Il diverbio è probabilmente avvenuto sotto gli occhi di diversi testimoni dato che quel tratto di via Caracciolo, a quell’ora, è congestionato dal traffico della movida del weekend. Inutile il tentativo di salvare l’uomo le cui generalità restano per il momento ignote. Gli investigatori ritengono che fossero entrambi ambulanti.  La polizia ha ritrovato anche l’arma del delitto.