È riuscita a sottrarsi alle percosse del marito, raggiungere il telefono, a comporre il 112 e a chiedere aiuto. Si è salvata così una donna di 40 anni dei Quartieri Spagnoli, vittima del coniuge tossicodipendente, che l'aveva aggredita in preda a una crisi di astinenza. L'uomo voleva dei soldi per comprare della droga. I carabinieri della stazione Quartieri Spagnoli sono arrivati pochi minuti dopo, il marito violento era ancora in casa. Ha minacciato i militari e si è scagliato contro di loro, cercando di colpirli con calci e pugni, ma è stato bloccato e tratto in arresto. Condotto in carcere, è accusato di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale; è stato condotto agli arresti domiciliari in casa della madre.

I carabinieri sono intervenuti per un caso analogo anche a San Vitaliano, in provincia di Napoli, dove un 40enne di Scisciano è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione. L'uomo, hanno accertato i militari, aveva chiesto 300 euro alla madre e alla sorella, che vivono con lui, e al rifiuto delle donne le aveva aggredite; le vittime, esasperate da quell'ennesimo episodio, si erano rivolte al 112 per chiedere aiuto.