Dopo quasi due mesi di inattività, a partire da ieri, 27 aprile, in Campania anche ristoratori, baristi, pasticcieri e tutti i commercianti che hanno a che fare con il cibo sono potuti tornare a lavoro: la Regione ha infatti dato il via libera al delivery, ovvero la consegna di cibo a domicilio. Ecco che allora a Napoli Ciro Oliva, pizzaiolo e gestore della pizzeria "Da Concettina ai Tre Santi" e Ciro Poppella, gestore delle omonime pasticcerie, entrambi originari del Rione Sanità, hanno deciso di offrire pizze e dolci, nella fattispecie i famosi Fiocchi di Neve di Poppella, alle famiglia bisognose, messe ancora più in difficoltà dalla crisi derivante dall'emergenza Coronavirus che stiamo vivendo.

"Ieri ho visto i volti sofferenti del mio quartiere – dice a Fanpage.it Ciro Oliva -. Il nostro intento è quello di donare gioia, armonia, di regalare un sorriso attraverso la pizza napoletana". Per questo, due volte a settimana, il pizzaiolo e il pasticciere napoletani hanno deciso di donare tre pizze e tre fiocchi di neve per ogni famiglia in difficoltà del Rione Sanità, del quale come detto sono entrambi originari e nel quale si trovano le loro attività. "Abbiamo deciso di intraprendere questa iniziativa – spiega invece Ciro Poppella – dopo 45 giorni chiusi in casa. Vogliamo portare un po' di gioia nelle famiglie del nostro quartiere". L'intento di entrambi è quello di estendere l'iniziativa anche ad altri quartieri di Napoli, per aiutare anche altre famiglie in difficoltà.

Nel rispetto delle norme di sicurezza anti-contagio, pizze e dolci verranno consegnati tramite il tradizionale "panaro", il paniere abbassato dai balconi che, in questo periodo di emergenza da Coronavirus, ha fatto il giro del mondo, assurgendo a simbolo della solidarietà e del grande cuore dei napoletani.