Chiunque abbia mai guidato uno scooter trasportando qualcosa sa quanto può essere scomodo e, soprattutto, quanto diventi precario l'equilibrio se si tratta di oggetti anche voluminosi. Se si viaggia con cose delicate tra i piedi, poi, diventa anche pericoloso: una disattenzione alla guida per evitare che si rompano si traduce facilmente in un incidente. Ancora peggio se sul pianale c'è una bombola di gas: in quel caso non è nemmeno necessario spiegare perché è una cosa che non andrebbe mai fatta.

Eppure, come testimonia una fotografia che sta girando in Rete, c'è ancora qualcuno che pare dimenticare anche le più basilari regole; non è dato sapere se la bombola sia piena o vuota, ma anche in questo secondo caso è evidente come la posizione di guida sia scomoda e pericolosa. A peggiorare le cose, il fatto che lo scooter non abbia la targa. E che il guidatore indossi una divisa della Napoli Servizi, l'azienda partecipata del Comune di Napoli. Lo scatto è stato rilanciato dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

"Ci è stata segnalata una foto realizzata in via Battistello Caracciolo – spiega Borrelli, insieme al conduttore de "La Radiazza", Gianni Simioli – che mostra una persona a bordo di uno scooter sprovvisto di targa, intenta a trasportare una bombola del gas adagiata tra le gambe. Uno dei tipici comportamenti incivili che denunciamo ogni giorno sulle nostre pagine se non fosse per l’aggravante della divisa della Napoli Servizi indossata dal protagonista della foto. Un atteggiamento già di per sé assurdo e ingiustificabile, reso ancora più grave dall’indossare la divisa di una azienda che, come noto, fa capo al Comune di Napoli.

Non sappiamo se si tratti di un dipendente o di un soggetto che è entrato in possesso di quel capo in qualche altro modo ma l’unica cosa certa è che comportarsi da incivile mentre si indossa la divisa di un’azienda di fatto pubblica – prosegue Borrelli e Simioli – è quanto di peggio ci si possa aspettare. Nel caso in cui si tratti effettivamente di un dipendente chi può escludere che tale foto sia stata realizzata mentre il protagonista era in servizio? Abbiamo segnalato l’immagine all’azienda in modo che si possano azionare tutte le valutazioni del caso”.