Un intervento chirurgico salvavita che ha permesso a una ragazza di 18 anni di risvegliarsi dal coma: è la storia di Ilaria, ragazza di 18 anni originaria di Scafati, nel Salernitano, che arriva dall'ospedale Cardarelli di Napoli. La 18enne era ricoverata nel nosocomio partenopeo dallo scorso 20 agosto in seguito a una reazione autoimmune a un tetaroma ovarico, tumore benigno che l'aveva colpita, in seguito alla quale era entrata in coma. La ragazza è arrivata al Cardarelli senza una diagnosi precisa: nell'ospedale napoletano, i medici arrivano alla conclusione che la ragazza possa essere affetta dal tetaroma ovarico che ha causato una encefalite limbica, condizione per la quale gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario attaccano i recettori del cervello. I medici sottopongono la 18enne a una terapia con immunoglobine, che tuttavia non sortisce gli effetti sperati.

Si decide, dunque, per un intervento chirurgico effettuato in laparoscopia: il 28 agosto Ilaria viene operata da una equipe composta Ciro Florio e Claudio Santangelo, primari rispettivamente di Neurologia e Ginecologia, dalla ginecologa Simona Sorrentino, dalla neurologa Giorgia Maniscalco e dall'anestesista Maria Loreto. L'operazione riesce perfettamente e, dopo di essa, la 18enne si risveglia dal coma: Ilaria è stata dimessa dal Cardarelli lo scorso 18 settembre e, tra pochi giorni, potrà festeggiare il suo 19esimo compleanno insieme alla famiglia e agli amici.