Botte da orbi nell'ex area Nato di Poggioreale, nell'area orientale di Napoli. In tre sono finiti in ospedale: il più grave se la caverà con un mese di prognosi, gli altri hanno rimediato un referto inferiore ma hanno dovuto comunque ricorrere alle cure mediche. Sconosciute le cause della rissa: sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo e della stazione di Napoli – Poggioreale a scoprire il tutto, dopo una segnalazione al 112.

Giunti su via Gianturco, in piena ex zona industriale di Napoli, i militari dell'Arma, hanno scoperto un uomo ferito che si aggirava per la strada, e lo hanno fermato. Dagli accertamenti di rito, è emerso che l'uomo era stato coinvolto in una rissa con altre due persone all'interno dell'ex area Nato del quartiere di Poggioreale, oggi ridotta ad un palazzo fatiscente ed abbandonato, con rifiuti accumulati ed illecitamente abbandonati in zona da chiunque. I tre, tutti di origini straniera, sono stati rintracciati dai carabinieri dopo aver visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Non vi sarebbero altre persone coinvolte. Tutti e tre i responsabili sono stati quindi denunciati per rissa. Portati al pronto soccorso, se la caveranno con diversi giorni di prognosi: il più grave con trenta giorni, gli altri due rispettivamente con tre e sette giorni. Si indaga per cercare di ricostruire le cause della rissa, ma non è escluso che possano esserci dei semplici "futili motivi". Episodi del genere non sono nuovi nella zona dell'ex area Nato, che attende da tempo una bonifica ed un risanamento del posto, che si trova a ridosso tra il centro di Napoli e la zona orientale.