Ha rubato un borsello da un furgone parcheggiato in via Volpicella nella periferia Est di Napoli, ma i carabinieri lo hanno fermato e arrestato. A finire nei guai un trentacinquenne, che i militari della stazione Barra hanno sottoposto ai domiciliari, con l'accusa di furto aggravato. Ora l'uomo si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Ruba un borsello da un furgone lasciato incustodito

Secondo le informazioni apprese il trentacinquenne era in strada quando ha notato il furgone parcheggiato. Vedendo che il proprietario lo aveva lasciato incustodito, si è avvicinato con fare sospetto. Notando un borsello sul sedile del mezzo, convinto che contenesse denaro, lo ha preso e si è allontanato. A fermare la sua fuga i militari che, presenti in zona con una pattuglia durante i consueti controlli sul territorio, si sono insospetiti dal suo comportamento. Il trentacinquenne, infatti, era molto agitato e camminava lungo via Volpicella di fretta e guardandosi intorno. Si sono avvicinati a lui con la macchina di servizio e scesi dalla gazzella, gli hanno chiesto di fermarsi, per sottoporlo ai controlli.

Arrestato e ai domiciliari per furto aggravato

A destare l'attenzione dei militari il borsello che aveva con sé: dentro infatti, c'erano i documenti di un'altra persona. Oltre alla carta d'identità, c'èerano oggetti e denaro, 120 euro in contatanti. Le risposte del trentacinquenne alle loro domande non hanno convinto i carabinieri, che lo hanno arrestato e posto alla misura restrittiva dei domiciliari, dove resta in attesa di giudizio. Il borsello con il suo contenuto è stato invece restituito al proprietario, al quale i militari sono risaliti in breve tempo grazie alle generalità fornite dai documenti.