Rubati i condizionatori dell'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Lo ha riferito il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che è anche membro della commissione sanità. Proprio durante un sopralluogo, infatti, Borrelli ha spiegato di aver constato che fossero stati "sostituiti i condizionatori nel reparto di Chirurgia generale. Abbiamo chiesto lumi e ci è stato detto che gli elementi erano stati smontati in occasione della disinfestazione per il caso formiche e sono scomparsi. In pratica sono stati rubati". È la seconda volta in meno di 24 ore che viene segnalato un episodio "strano" all'interno dell'ospedale San Giovanni Bosco.

Proprio il giorno prima, infatti, era avvenuto un allagamento palesemente doloso. La scoperta è avvenuta giovedì, all'interno dell'ex Unità di Terapia Intensiva Cardiologia, attualmente in disuso. Qualcuno, ha fatto sapere Francesco Emilio Borrelli, si sarebbe intrufolato nell'area forzando alcune porte antincendio, intasando i servizi igienici con carta igienica ed aprendo al massimo il getto dei rubinetti. Inevitabilmente, il piano si è velocemente allegato, causando anche infiltrazioni d'acqua consistenti. "Sabotaggi che rappresentano un'intimidazione di carattere camorristico, una dimostrazione di forza di qualcuno che vuol mostrare quanto può far danni. È evidente che all’interno dell’ospedale persistano sacche delinquenziali. Risulta difficile immaginare he il sabotaggio possa essere stato possibile senza connivenze interne. Evidentemente al San Giovanni Bosco c’è qualche pecora nera che ha interesse a favorire fenomeni criminali".