186 CONDIVISIONI
14 Ottobre 2018
21:40

Adidas, Fila, Nike: migliaia di scarpe sportive false ma vendute come originali a Napoli

Maxi sequestro dei carabinieri in centro a Napoli: scoperto un deposito con migliaia di paia di scarpe scarpe false che sarebbero finite nei mercati locali da Forcella a piazza Garibaldi. Denunciato un senegalese 35enne che probabilmente è solo la punta dell’iceberg del fiorente mercato del ‘pezzotto’ che coinvolge qualsiasi tipo di abbigliamento o accessorio a Napoli.
A cura di Redazione Napoli
186 CONDIVISIONI

Nike, Adidas, Fila, Colmar e chissà quante altre scarpe sportive di marca, perfettamente falsificate, erano stipate nei depositi scoperti dai carabinieri in zona Mercato a Napoli. Falsificate perfettamente, sì, ma cucite con materiali di qualità scadente, vendute a prezzi sicuramente inferiori a quelle originali, sulle  bancarelle dei mercati di Forcella e piazza Garibaldi, lì dove abbondano le griffe false di ogni tipo.

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Stella hanno denunciato per introduzione nello stato e commercializzazione di prodotti con segni falsi un 35enne di origine senegalese pregiudicato per reati dello stesso genere. Nel suo appartamento di via Tappia i militari hanno rinvenuto la bellezza di 1.021 paia di scarpe, nonché numerose etichette delle stesse griffe. Oltre venti enormi sacchi di materiale, la cui provenienza è probabilmente da ricercarsi negli opifici del falso che sono spesso gestiti da clan del centro storico. Il tutto è stato sequestrato.

186 CONDIVISIONI
Napoli, l'archivio del Comune cerca casa: gli scatoloni in fila sono lunghi 1,7 chilometri
Napoli, l'archivio del Comune cerca casa: gli scatoloni in fila sono lunghi 1,7 chilometri
Napoli, la spiaggia Mappatella sommersa da migliaia di rifiuti riportati dal mare dopo la burrasca
Napoli, la spiaggia Mappatella sommersa da migliaia di rifiuti riportati dal mare dopo la burrasca
Napoli, la spiaggia del Lungomare sommersa da migliaia di bottiglie e lattine dopo la mareggiata
Napoli, la spiaggia del Lungomare sommersa da migliaia di bottiglie e lattine dopo la mareggiata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni