Sognava di diventare un famoso hair stylist, ma le sue speranze si sono infrante con un incidente in motocicletta che non gli ha lasciato scampo. Vincenzo Spiezio, 26 anni, originario di Pianura ma da qualche tempo residente a Milano, è deceduto poco dopo il suo arrivo in ospedale.

L'incidente è avvenuto ieri mattina, 16 marzo, lungo via Bagnoli, la prosecuzione di via Diocleziano, stradone in rettilineo che congiunge i quartieri di Fuorigrotta e Bagnoli. Sulla ricostruzione della dinamica stanno lavorando gli agenti della sezione Infortunistica Stradale del capitano Antonio Muriano della Polizia Municipale, che dopo i rilievi stanno esaminando i nastri delle telecamere di sorveglianza.

Erano circa le 8.20, il ragazzo era in sella sulla sua Kavasaki 750. Stava percorrendo via Bagnoli, in direzione Pozzuoli, quando l'automobile che veniva dal senso opposto, una Opel Corsa, avrebbe improvvisamente cambiato direzione. Forse per svoltare in una strada laterale o per parcheggiare. Dalle fotografie scattate sul luogo dell'incidente si vede la motocicletta a terra, distrutta, e l'automobile che è con la parte anteriore nella carreggiata opposta.

Vincenzo Spiezio era cresciuto nel quartiere Pianura, ma da qualche tempo si era trasferito a Milano, dove frequentava l'accademia Aldo Coppola. Era tornato a Napoli per il weekend, per passare un po' di tempo con gli amici e i parenti.

Secondo i primi rilievi il giovane indossava un casco integrale. Avrebbe tentato una brusca manovra per scansare la Opel ma non sarebbe riuscito a evitare l'impatto ed è stato catapultato al suolo. Lo hanno trasportato al Cardarelli d'urgenza ma è deceduto poco dopo l'arrivo in ospedale. Ora la salma è stata trasferita al Secondo Policlinico per l'autopsia. Il conducente della Opel, un 66enne del quartiere, è stato identificato e sottoposto, come da prassi, agli esami tossicologici.