immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un giovane di 28 anni, originario del Mali, è stato arrestato nella notte appena trascorsa per duplice tentato omicidio: ha aggredito il portiere dell'hotel Romeo e successivamente gli altri addetti alla vigilanza e due poliziotti che erano intervenuti, minacciandolo con due coltelli; è stato bloccato in via Nuova Marina con lo spray al peperoncino e le fasce di contenimento in veltro. La notte di follia è cominciata all'improvviso davanti alla struttura di via Cristoforo Colombo, nel cuore della notte tra il 3 e il 4 febbraio.

Il ragazzo, apparentemente senza motivo, ha aggredito l'addetto all'accoglienza stringendogli le mani al collo. È scappato all'arrivo degli addetti alla sicurezza, che lo hanno inseguito fino in via De Gasperi, dove è arrivata anche una pattuglia dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, allertata da una segnalazione arrivata al 113.

Nemmeno alla vista dei poliziotti il 28enne si è fermato. Armato di due coltelli, si è scagliato contro uno degli addetti alla vigilanza e lo ha ferito a una spalla. Ha ripreso a scappare, ma gli agenti lo hanno inseguito fino al muro perimetrale della facoltà di Giurisprudenza, in via Nuova Marina, e hanno ingaggiato una colluttazione con lui per disarmarlo; alla fine lo hanno bloccato utilizzando lo spray al peperoncino e le fasce di contenimento in velcro. Uno dei poliziotti è rimasto ferito, in ospedale gli è stata diagnosticata una frattura.

Il ragazzo è stato arrestato con le accuse di duplice tentato omicidio, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, minacce aggravate, porto abusivo di coltelli e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano, si è complimentato con la pattuglia intervenuta, che è riuscita a fermare il 28enne senza usare le pistole malgrado fosse armato. "Gli operatori dell'Ufficio Prevenzione Generale – ha detto – come in tante altre occasioni, hanno dato prova di coraggio, professionalità ed equilibrio".